Bussare a porte o creare comunità

  • by

Bussano alla porta.

Ti alzi, vai ad aprire e davanti a te ti trovi un ragazzetto. Vent’anni, forse ventidue, un bel viso ma come ce ne sono mille altri in giro e con un’aggressività quasi fastidiosa.

“Stasera la pizzeria XYZ ha le pizze al 50% di sconto. Ti lascio il flyer”

E ti piazza in mano un cartoncino stampato su una bella carta ma uguale agli altri trenta che hai ricevuto nelle ultime settimane, poi se ne va. Tu prendi il foglietto, lo appallottoli e lo lanci nel secchio della carta.

Spostiamoci sul proprietario della pizzeria. Se pensa a quello che ha speso per mandare in giro i ragazzi a bussare a ogni porta del quartiere vorrebbe piangere, ma lui sforna una delle pizze più buone del quartiere e con un’offerta del genere gli affari sono assicurati.

Allora perché alle 21 non è ancora entrato nessuno? 

Guarda preoccupato fuori dalla vetrina. Di gente ce n’è parecchia, ma nessuno entra. Ha pure stampato un manifesto tanto grande quanto costoso da attaccare accanto all’insegna, ma sembra invisibile.

Torniamo a te. Il giorno dopo passa la ragazza che lavora in quella pizzeria che nelle ultime settimane ha ospitato un piccolo concerto, offerto pizzette al prosciutto a chi terminava la corsa benefica che tutti gli anni si fa nella tua zona e messo un bancone di vetro per far vedere a tutti come lavorano dei pizzaioli di alto livello.

Prendi il cartoncino e qualcosa attira la tua attenzione. Non è il solito MENU con i prezzi e la promessa di ricchi sconti, sembra che quei pizzaioli siano davvero sicuri di sfornare la pizza più buona di tutta la zona. Sembra che non aspettino altro che tu li vada a trovare.

Posi il flyer sul tavolo e ti butti in doccia. Anche se è sabato devi andare al lavoro. Anzi, è proprio perché è sabato che ci devi andare. Passi la giornata tra telefonate, appuntamenti e parte burocratica. Quando sali in macchina per tornare a casa è sera. 

Passi davanti alla pizzeria del primo flyer senza neanche notare il cartellone con lo sconto. Se qualcuno ti chiedesse come si chiama non sapresti cosa rispondere. Di pizzerie è pieno il mondo, in dieci minuti passi davanti ad altre quattro, tutte uguali alla prima e tutte pressoché invisibili nonostante offerte, qualità e voglia di farsi vedere. 

Poi svolti l’angolo e vedi la pizzeria con il MENU diverso dalle altre. Non ha cartelloni, ma fuori ci sono persone in attesa della pizza. Ridono. Sembra stiano aspettando di qualcosa di bello. Ti accosti al marciapiede e tiri fuori il telefono. 

“Amore ciao, ti va di mangiare la pizza stasera?”

Ora prova a pensare alla tua zona. Ti sei mai chiesto perché ci sono attività che vanno benissimo nonostante magari facciano poca pubblicità e attività, la maggior parte diciamo, che nonostante budget enormi spesi in pubblicità, cartellonistica, annunci e rifacimento locali non riescono proprio a ingranare?

In alcuni casi, il web lavora esattamente come la realtà. E sui social, come nella realtà, ci sono due soli modi per attirare nuovi clienti: spendere cifre sanguinose in pubblicità o creare una comunità attorno alla propria attività e investire per farla crescere ogni giorno di più.

Ora, la nostra domanda è: da che parte vuoi essere?

Agente Immobiliare Digitale è la prima web marketing agency per Agenzie Immobiliari pensata da agenti immobiliari come te, che a fine mese devono pagare i collaboratori, l’affitto e magari riuscire pure ad andare a mangiare quella famosa pizza buonissima senza stressarsi.

Al momento tutti nostri agenti sono impegnati, ma presto ne attiveremo altri. Clicca qui per registrarti alla lista d’attesa.

Lascia un commento